15 gennaio 2021

ULTIME NOTIZIE ore 20:00

Misure operative di protezione civile per la gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19 - Avvisi, comunicati e notizie utili per la cittadinza

DPCM 14 GENNAIO 2021 efficace dal 4 dicembre 2020 al 15 gennaio 2021

✅Entra in vigore domani, 16 01 2021, sostituisce il DPCM 03 12 2021 e resta in vigore fino al 05 03 2021.

🟠 Ecco le misure principali valide per la Regione del Veneto (ZONA ARANCIONE) 🟠

Trattasi di sintesi. Per l’approfondimento si rimanda alla lettura integrale del provvedimento.
➡️SPOSTAMENTI
✅E’ vietato ogni spostamento in entrata e in uscita dal territorio comunale, salvo che per gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità ovvero per motivi di salute. Sono comunque consentiti gli spostamenti strettamente necessari ad assicurare lo svolgimento della didattica in presenza nei limiti in cui la stessa è consentita.
✅È consentito il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza.
✅E’ vietato ogni spostamento con mezzi di trasporto pubblici o privati, in un comune diverso da quello di residenza, domicilio o abitazione, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di studio, per motivi di salute, per situazioni di necessità o per svolgere attività o usufruire di servizi non sospesi e non disponibili in tale comune.
✅Lo spostamento verso una sola abitazione privata abitata è consentito, nell’ambito del territorio comunale, una volta al giorno, in un arco temporale compreso fra le ore 5:00 e le ore 22:00, e nei limiti di due persone ulteriori rispetto a quelle ivi già conviventi, oltre ai minori di anni 14 e alle persone disabili o non autosufficienti conviventi.

➡️COMPORTAMENTI INDIVIDUALI
✅Obbligo sull'intero territorio nazionale di avere sempre con sé dispositivi di protezione delle vie respiratorie e di indossarli nei luoghi al chiuso diversi dalle abitazioni private e in tutti i luoghi all'aperto a eccezione dei casi in cui sia garantito, in modo continuativo, il distanziamento da persone non conviventi.
✅Obbligo di mantenere una distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro.
✅I soggetti con infezione respiratoria caratterizzata da febbre (maggiore di 37,5°) devono rimanere presso il proprio domicilio, contattando il proprio medico curante.
✅E’ imposto divieto agli accompagnatori dei pazienti di permanere nelle sale di attesa dei dipartimenti emergenze e accettazione e dei pronto soccorso.

➡️SERVIZI RISTORAZIONE
✅Sono sospese le attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie)
✅Resta consentita la sola ristorazione con consegna a domicilio nel rispetto delle norme igienico sanitarie sia per l'attività di confezionamento che di trasporto, nonché fino alle ore 22:00 la ristorazione con asporto, con divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze.
✅Per i bar l’asporto è consentito esclusivamente fino alle ore 18:00.

➡️MUSEI E BIBLIOTECHE
✅Sono sospesi le mostre e i servizi di apertura al pubblico dei musei e degli altri istituti e luoghi della cultura, ad eccezione delle biblioteche dove i relativi servizi sono offerti su prenotazione e degli archivi, fermo restando il rispetto delle misure di contenimento dell’emergenza epidemica.

➡️ATTIVITA’ COMMERCIALI AL DETTAGLIO
✅Le attività commerciali al dettaglio si svolgono a condizione che sia assicurato, oltre alla distanza interpersonale di almeno un metro, che gli ingressi avvengano in modo dilazionato e che venga impedito di sostare all'interno dei locali più del tempo necessario all'acquisto dei beni.
✅Nelle giornate festive e prefestive sono chiusi gli esercizi commerciali presenti all'interno dei mercati e dei centri commerciali, gallerie commerciali, parchi commerciali ed altre strutture ad essi assimilabili, a eccezione delle farmacie, parafarmacie, presidi sanitari, punti vendita di generi alimentari, di prodotti agricoli e florovivaistici, tabacchi, edicole e librerie.

➡️ATTIVITÀ SPORTIVA E MOTORIA
✅E’ consentito svolgere attività sportiva o attività motoria all'aperto, anche presso aree attrezzate e parchi pubblici, ove accessibili, purché comunque nel rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno due metri per l'attività sportiva e di almeno un metro per ogni altra attività.

➡️COMPETIZIONI SPORTIVE
✅Sono consentiti soltanto gli eventi e le competizioni ‒ riconosciuti di interesse nazionale con provvedimento del CONI e del CIP ‒ riguardanti gli sport individuali e di squadra organizzati dalle rispettive federazioni sportive nazionali, all’interno di impianti sportivi utilizzati a porte chiuse ovvero all’aperto senza la presenza di pubblico. Le sessioni di allenamento degli atleti, professionisti e non professionisti, degli sport individuali e di squadra, partecipanti alle competizioni nazionali, sono consentite a porte chiuse, nel rispetto dei protocolli emanati dalle rispettive Federazioni Sportive.

➡️PALESTRE E PISCINE
✅Sono sospese le attività di palestre, piscine, centri natatori, centri benessere, centri termali.

➡️CERIMONIE RELIGIOSE
✅Consentito l'accesso ai luoghi di culto con misure organizzative tali da evitare assembramenti di persone e il distanziamento.
✅Le funzioni religiose con la partecipazione di persone si svolgono nel rispetto dei protocolli sottoscritti dal Governo e dalle rispettive confessioni.

➡️SCUOLE
✅Le istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado adottano forme flessibili nell'organizzazione dell'attività didattica in modo che a decorrere dal 18 gennaio 2021, almeno al 50 per cento e fino a un massimo del 75 per cento della popolazione studentesca delle predette istituzioni sia garantita l’attività didattica in presenza. La restante parte dell’attività didattica è svolta tramite il ricorso alla didattica a distanza.

✅E' ad oggi però confermata l'efficacia, per la Regione del Veneto, DELL'ORDINANZA DEL PRESIDENTE N. 2 DEL 4 GENNAIO 2021 che prevede che, a decorrere dal 7 gennaio 2021 e fino al 31 gennaio 2021, gli Istituti di istruzione secondaria di secondo grado, statali e paritari, e le Scuole di istruzione e formazione professionale adottano la didattica digitale integrata complementare alla didattica in presenza, in modo da assicurare il ricorso alla didattica digitale integrata per il 100% della popolazione studentesca.

✅L’attività didattica ed educativa per i servizi educativi per l’infanzia, per la scuola dell’infanzia e per il primo ciclo di istruzione continua a svolgersi integralmente in presenza.

➡️UNIVERSITA’
✅Le Università predispongono, in base all'andamento del quadro epidemiologico, piani di organizzazione della didattica e delle attività curriculari, da svolgersi a distanza o in presenza, che tengono conto delle esigenze formative e dell'evoluzione del quadro pandemico territoriale.

➡️SERVIZI ALLA PERSONA
✅Consentite le attività inerenti ai servizi alla persona nel rispetto dei protocolli vigenti, i servizi bancari, finanziari, assicurativi nonché l'attività del settore agricolo, zootecnico di trasformazione agro-alimentare comprese le filiere che ne forniscono beni e servizi.

➡️TRASPORTO PUBBLICO
✅A bordo dei mezzi pubblici del trasporto locale e del trasporto ferroviario regionale con esclusione del trasporto scolastico dedicato è consentito un coefficiente di riempimento non superiore al 50 per cento.

➡️IMPIANTI SCIISTICI
✅Sono chiusi gli impianti nei comprensori sciistici; gli stessi possono essere utilizzati solo da parte di atleti professionisti e non professionisti, riconosciuti di interesse nazionale dal CONI, dal CIP e/o dalle rispettive federazioni.
✅A partire dal 15 febbraio 2021, gli impianti sono aperti agli sciatori amatoriali solo subordinatamente all'adozione di apposite linee guida da parte della Conferenza delle Regioni, rivolte a evitare aggregazioni di persone e, in genere, assembramenti.

➡️STRUTTURE RICETTIVE
✅Consentite le attività delle strutture ricettive a condizione che sia assicurato il mantenimento del distanziamento sociale, garantendo comunque la distanza interpersonale di sicurezza di un metro negli spazi comuni, nel rispetto dei protocolli e delle linee guida.

http://www.governo.it/it/articolo/coronavirus-il-presidente-conte-firma-il-dpcm-del-14-gennaio-2021/16065

Decreto Legge n° 2 del 14 gennaio 2021

✅ Entrato in vigore il 14 01 2021.
✅ Prorogato fino al 30 aprile 2021 lo stato di emergenza
✅ Confermato fino al 15 febbraio il divieto di spostamento tra Regioni tranne che per esigenze lavorative, motivi di salute, necessità. E’ sempre consentito il rientro alla residenza, domicilio, abitazione
✅ Dal 16 gennaio al 5 marzo:
✅ E’ consentito lo spostamento verso una sola abitazione privata abitata, una volta al giorno, in un arco temporale compreso fra le ore 05:00 e le ore 22:00, e nei limiti di due persone, oltre ai minori di anni 14 sui quali tali persone esercitino la potestà genitoriale e alle persone disabili o non autosufficienti conviventi.
Tali spostamenti sono consentiti:
🟡 in ambito REGIONALE per la zona GIALLA
🟠 in ambito COMUNALE per la zona ARANCIONE o ROSSA
✅ Ecco un link del governo con risposte utili a domande frequenti:
http://www.governo.it/it/articolo/domande-frequenti-sulle-misure-adottate-dal-governo/15638#zone

Leggi la Gazzetta Ufficiale

Ordinanza del Ministro della Salute 08 gennaio 2021

✅ E’ stata da poco pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale l’Ordinanza 08 01 2021 del Ministro della Salute che, a partire da domani (domenica) e fino a venerdì 15 gennaio, colloca il Veneto in zona ARANCIONE 🟠, dovendosi così applicare, oltre alle norme di cui all’art 1 del DPCM 03 12 2020, anche le più restrittive di cui all’art. 2.
✅ L’Ordinanza si sovrappone al già noto D.L. n° 1 del 05 01 2021, che pone già oggi (sabato) l’intero territorio nazionale in fascia ARANCIONE 🟠.
✅ Precisiamo essere vigenti, fino al 15 01 2021 anche l’Ordinanza del Presidente della Giunta Regionale n° 167 del 10 dicembre 2021 e fino al 31 01 2021 l’Ordinanza del Presidente della Giunta Regionale n° 2 del 04 gennaio 2021
✅ Ricordiamo le regole aggiuntive previste, ai sensi dell’art. 2 del DPCM 03 12 2020, per le 🟠ZONE ARANCIONI
a) è vietato ogni spostamento tra REGIONI, salvo che per comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità ovvero per motivi di salute. Sono comunque consentiti gli spostamenti strettamente necessari ad assicurare lo svolgimento della didattica in presenza nei limiti in cui la stessa è consentita. È consentito il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza.
b) è vietato ogni spostamento con mezzi di trasporto pubblici o privati, in un COMUNE diverso da quello di residenza, domicilio o abitazione, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di studio, per motivi di salute, per situazioni di necessità o per svolgere attività o usufruire di servizi non sospesi e non disponibili in tale comune.
c) sono SOSPESE le attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie). Resta consentita la sola ristorazione con consegna a domicilio, nonché fino alle ore 22,00 la ristorazione con asporto, con divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze. 

✅ Contrariamente da quanto riportato oggi dai giornali, NON è più vigente la deroga che dava la possibilità di spostarsi fuori dal Comune, anche se entro i confini regionali, una volta al giorno, per andare a far visita ad amici o parenti, così come era invece previsto durante il periodo delle feste.

✅ Sono 89 gli attualmente contagiati nel territorio Comunale.
✅ Ricordiamo che le misure contumaciali di quarantena, conseguenti a contatto con persona contagiata o dovute a tampone positivo, obbligano all’isolamento e a NON uscire di casa anche se asintomatici. E’ vietato, pertanto, recarsi in qualunque negozio, anche in farmacia o attività commerciali di generi alimentari. Anche per questo, il Comune ha attivato degli appositi servizi gestiti da volontari per supportare chi dovesse trovarsi in difficoltà, con la consegna dei farmaci e della spesa a domicilio. Trasgredire a tale obbligo, prevede la denuncia penale, con pene detentive severissime.


✅ Ecco alcuni link:

con alcune indicazioni sull'applicazione delle misure nelle Regioni classificate "zone arancione".

http://www.governo.it/it/faq-natale#zone

con l’Ordinanza 08 gennaio 2021 del Ministro della Salute.

DECRETO LEGGE n.1 del 05 gennaio 2021

✅Entra in vigore il, 07 01 2021.

✅ Dal 7 al 15 gennaio 2021 è vietato ogni spostamento tra regioni, salvo che per esigenze lavorative, situazioni di necessità, motivi di salute. Consentito il rientro alla propria residenza. No a spostamenti verso le seconde case ubicate in altra regione.

✅ Nei giorni 7 e 8 gennaio 2021 si applicano le misure previste per la fascia GIALLO 🟡 (art. 1 DPCM 03 12 2020)

✅ Nei giorni 9 e 10 gennaio 2021 si applicano le misure previste per la fascia ARANCIONE 🟠 (art. 2 DPCM 03 12 2020)

✅ Per le scuole superiori resta valido quanto previsto dall’Ordinanza n° 2 del 04 01 2021 del Presidente della Giunta Regionale, con didattica a distanza fino al 31 gennaio. Per le scuole elementari e medie, valgono le norme vigenti (DPCM 03 12 2020), con didattica in presenza.

Leggi la gazzetta Ufficiale

ORDINANZA DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE N° 2 del 04 gennaio 2021

✅ Entra in vigore oggi, 04 01 2021, e resta in vigore fino al 31 01 2021.

✅ A decorrere dal 7 gennaio 2021 e fino al 31 gennaio 2021 gli Istituti di istruzione secondaria di secondo grado e le Scuole di istruzione e formazione professionale (IeFP) adottano la didattica digitale integrata complementare alla didattica in presenza per gli studenti dei percorsi di studio e per gli iscritti ai percorsi di secondo livello dell’istruzione degli adulti in modo da assicurare il ricorso alla didattica digitale integrata per il 100% della popolazione studentesca.

✅ Le modalità concrete di attuazione di tali misure sono definite dalle Istituzioni scolastiche.

✅ Gli istituti garantiscono la possibilità di svolgere attività in presenza qualora sia necessario l'uso di laboratori o per mantenere una relazione educativa che realizzi l'effettiva inclusione scolastica degli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali, garantendo comunque il collegamento on-line con gli alunni della classe che sono in didattica digitale integrata.

Leggi il bollettino ufficiale

torna all'inizio del contenuto