Avviso 03 ottobre 2019

AVVISO INIZIO OPERAZIONI DI BONIFICA ORDIGNI BELLICI

Pubblicazione Bando
SI comunica che dal 07 al 17 ottobre 2019 nell'area del fiume Piave-frazione Santa Maria del Piave si effettueranno operazioni di bonifica ordigni bellici.

A TUTELA DELLA SICUREZZA PUBBLICA E' STATA EMESSA L'ORDINANZA SINDACALE NR. 36 DEL 03/10/2019

IL SINDACO

PREMESSO che nell’area golenale del fiume Piave, interessante i comuni di Cimadolmo e Mareno di Piave, si svolgeranno operazioni di inertizzazione di ordigni bellici, nel periodo compreso fra il giorno 07/10/2019 e il giorno 17/09/2019;

VISTO che la Prefettura di Treviso – Ufficio territoriale del Governo ha adottato apposita ordinanza 6721/2018/AreaV/Prot.Civ. in data 25/09/2019, a tutela della sicurezza pubblica e dell’incolumità delle popolazioni interessate;

CONSIDERATO che, come disposto nell’ordinanza sopra richiamata, nei periodi: - dal 07/10/2019 al 11/10/2019 - dal 14/10/2019 al 16/10/2019 dovranno rimanere sgombrati tutti gli accessi ed i terreni entro un raggio di 500 metri dal luogo di inertizzazione, dalle ore 10.00 alle ore 13.30 e, comunque, fino a cessata attività; ciò al fine di consentire le operazioni necessarie al disinnesco da parte dell’Autorità Militare.

CONSIDERATO, altresì, che nella giornata del 17/10/2019 dovranno rimanere sgombrati tutti gli accessi ed i terreni entro un raggio di 800 metri dal luogo di inertizzazione, dalle ore 10.00 alle ore 13.30 e comunque, fino a cessata attività; ciò al fine di consentire le operazioni necessarie al disinnesco da parte dell’Autorità Militare.

VISTO che la sopra richiamata ordinanza della Prefettura di Treviso – Ufficio Territoriale del Governo di Treviso, dispone che il Sindaco del Comune di Mareno di Piave provvederà con propria ordinanza: a) ad avvisare la popolazione per tempo con i mezzi ritenuti più idonei, anche per quanto riguarda i comportamenti precauzionali da adottare sulla base delle indicazioni fornite dalle Autorità Militari; b) ad attuare e verificare il completamento delle procedure di evacuazione e sgombero;

RITENUTO di provvedere a tutela della sicurezza pubblica e dell’incolumità delle persone;  VISTO il D. Lgs. 30/04/1992, n. 285; VISTO il D.P.R. 16/12/1992, n. 495; VISTA la L. 07/08/1990, n. 241; VISTO l’articolo 54, comma 2, del D. Lgs.18/08/2000, n. 267

ORDINA

1) richiamata la premessa quale parte integrante del presente provvedimento, di dare avviso alla Cittadinanza che nei periodi:

- dal 07/10/2019 al 11/10/2019 - dal 14/10/2019 al 16/10/2019 dovranno rimanere sgombrati tutti gli accessi ed i terreni entro un raggio di 500 metri dal luogo di inertizzazione presso Cava Zanardo, dalle ore 10.00 alle ore 13.30 e, comunque, fino a cessata attività; ciò al fine di consentire le operazioni necessarie al disinnesco da parte dell’Autorità Militare. - il giorno 17/10/2019 dovranno rimanere sgombrati tutti gli accessi ed i terreni entro un raggio di 800 metri dal luogo di inertizzazione presso Cava Zanardo, dalle ore 10.00 alle ore 13.30 e, comunque, fino a cessata attività; ciò al fine di consentire le operazioni necessarie al disinnesco da parte dell’Autorità Militare;

ORDINA INOLTRE

relativamente alle operazioni che si svolgeranno nelle aree, giorni ed orari di cui al precedente punto 1):
2) l’evacuazione e lo sgombero di tutte le persone residenti, presenti o transitanti nei predetti luoghi;
3) il divieto di accedere o transitare a piedi o con qualsiasi altro mezzo. E’ fatta eccezione per i soggetti che per comprovato motivo devono garantire interventi di emergenza per la sicurezza e la sanità pubblica;
4) di sospendere tutte le attività produttive, agricole e commerciali presenti;
5) di allontanare veicoli, animali domestici e qualunque altro bene mobile al fine di evitare lesioni o danneggiamenti.

Demanda l’esecuzione del presente provvedimento al Comando del Corpo Unico di Polizia Locale del Coneglianese nonché alle Forze dell’Ordine competenti per territorio.
La presente ordinanza sarà resa nota al pubblico mediante: 1. la sua pubblicazione all’Albo Pretorio telematico; 2. mediante avviso sul sito internet del Comune di Mareno di Piave ed esposizione di copia dell’atto sugli appositi spazi del capoluogo e delle frazioni del Comune;
 
Dispone che l’atto venga:

  •   pubblicato all’Albo Pretorio telematico;
  •   inviato: alla Prefettura di Treviso   
  •   alla Questura di Treviso   
  •   al Comando Stazione Carabinieri di Susegana (TV)   
  •   al Commissariato di Pubblica Sicurezza di Conegliano (TV)   
  •   al Corpo Unico di Polizia Locale del Coneglianese   
  •   all’Area Tecnica del Comune di Mareno di Piave (TV);
  •   esposto in copia sugli appositi spazi del capoluogo e delle frazioni del Comune; 
  •   esposto con apposito avviso sul sito internet del Comune di Mareno di Piave;
  •   consegnato, in copia, ai residenti nelle abitazioni più prossime al luogo di inertizzazione a cura del Corpo Unico di Polizia Locale del Coneglianese.

L’inosservanza del presente provvedimento comporta l’applicazione delle sanzioni amministrative e/o penali previste dalla legge ed esclude l’Amministrazione comunale da ogni responsabilità in caso di danni a persone o cose.      

INFORMA

Che avverso la presente ordinanza può essere proposto ricorso gerarchico amministrativo presso il Prefetto di Treviso entro il termine di giorni 30 (trenta) dalla pubblicazione della stessa. E’ ammesso altresì ricorso giudiziale avanti al TAR ai sensi del D.Lgs. n.104/2010 entro il termine di giorni 60 (sessanta) dalla pubblicazione della presente ordinanza oppure, in alternativa, ricorso straordinario al Capo dello Stato entro il termine di giorni 120 (centoventi) dalla medesima data ai sensi del DPR. n.1199/1971.
 

Leggi il documento completo

Ufficio di riferimento

torna all'inizio del contenuto